Tag: traduzione

GOLIATH by Neil Gaiman – A Short Story

Letto: 24387 volte

Scritto come racconto promozionale per il film
The Matrix

ENG/ITA

GOLIATH era una volta presente sul sito ufficiale del film, oggi sparito.

GOLIA

Credo di poter affermare di aver sempre sospettato che il mondo fosse una finzione scadente e a buon mercato, una pessima copertura per qualcosa di più profondo e bizzarro e infinitamente più strano, e che, in qualche maniera, io conoscessi già la verità. Ma penso che, semplicemente, il mondo sia sempre stato così. E persino adesso che so la verità, come poi la apprenderai anche tu, tesoro, se stai leggendo, il mondo sembra ancora scadente e a buon mercato. Mondo differente, spazzatura differente, ma questo è quello che sento. Continua a leggere/Continue reading

Related Posts

  • 52
    In May 1979, during a break from filming Lightning Over Water in collaboration with Wim Wenders, Nicholas Ray granted an interview to Kathryn Bigelow and Sarah Fatima Parsons.  It was to be Nick's last interview before dying of heart failure about a month later. A conversation with Nicholas Ray shortly…
    Tags: the, to, of, i, and, in, it

Mark Strand 1934-2014 Lines for winter/Versi per l’inverno

Letto: 7617 volte

VERSI PER L’INVERNO

Dì a te stesso
mentre si fa freddo e il grigio scende dall’aria
che tu continuerai a
camminare, ad ascoltare lo stesso motivo
non importa dove sarai,
dentro la cupola dell’oscurità
o sotto il bianco accecante dello sguardo lunare
in una valle innevata.
Stanotte, mentre si fa freddo
ditti ciò che sai,
che non è altro se non il motivo
che le tue ossa suonano
mentre continui ad andare.
E potrai per una volta distenderti
sotto il piccolo fuoco
delle stelle invernali.
E se succede che non potrai andare avanti
né voltarti indietro
e ti ritrovi
dove sarai alla fine
ditti
in quell’ultimo fluire di freddo nelle tue membra
che ami quello che sei.

§

LINES FOR WINTER

Tell yourself
as it gets cold and gray falls from the air
that you will go on
walking, hearing
the same tune no matter where
you find yourself—
inside the dome of dark
or under the cracking white
of the moon’s gaze in a valley of snow.
Tonight as it gets cold
tell yourself
what you know which is nothing
but the tune your bones play
as you keep going. And you will be able
for once to lie down under the small fire
of winter stars.
And if it happens that you cannot
go on or turn back
and you find yourself
where you will be at the end,
tell yourself
in that final flowing of cold through your limbs
that you love what you are.

Related Posts

  • 30
    A much-cited source in literature on film. "Notes on Film Noir" by Paul Schrader, 1971 English - In 1946 French critics, seeing the American films they had missed during the war, noticed the new mood of cynicism, pessimism and darkness which had crept into the American cinema. The darkening stain…
    Tags: the, and, of

© 2020 Chiara Micheli

Theme by Anders NorenUp ↑