Buon segno quando due persone a distanza di secoli o di chilometri pensano alla stessa maniera. A me succedono spesso queste epifanie, e mi piacciono perché mi dicono che le menti “connettono”.  Assorbono input, incamerano, trasformano in emozioni, esprimono anche senza la vicinanza fisica.
Uno dei miei gruppi rock da sempre preferiti sono i Cult, la band di Ian Astbury.  Lui  collabora anche con gli UNKLE e nel loro’album del 2007 WAR STORIES ci sono due pezzi dove canta. Li ho scelti come perfetta soundtrack della sceneggiatura di cui parlavo ieri. Ma a quanto pare non sono sola, dall’altra parte dell’oceano qualcuno pensa come me e i due pezzi sono nella colonna sonora di una serie tv CBS, l’ho saputo ora. Coincidenza express.  Uno soltanto poteva essere un caso di scelta random, ma che ci siano entrambi no, direi che è proprio voluto.  Ho trovato un altro fan.

Related Posts

  • 30
    Rumore di tuono racconto fantascientifico di Ray Bradbury (1952)   La scritta sul muro sembrò baluginare, come sotto una pellicola d'acqua calda in movimento. Eckels si sentì battere le palpebre sulla fissità degli occhi, e in quella momentanea oscurità la scritta arse: SAFARI NEL TEMPO, INC. SAFARI IN QUALUNQUE ANNO…
    Tags: non, in, i, è, gli, come